titolo
messaggio
Un’utopia lontana. Astrazione Geometrica in Italia 1930 - 1965
ESTERNA

Dal 22 settembre al 29 dicembre 2019 il Museo MAGA di Gallarate ospita la mostra “Un’utopia lontana. Astrazione Geometrica in Italia”: un percorso di narrazione all’interno dell’arte astratto-geometrica italiana tra gli anni trenta e sessanta, che presenta opere provenienti dalla collezione del museo e da istituzioni come la Galleria Moshe Tabibnia, la Fondazione Angelo Bozzola di Novara, la Manifattura JSA di Busto Arsizio. Il progetto, curato da Alessandro Castiglioni, mette in luce la natura multidisciplinare, utopica e capace di superare i confini delle arti visive del progetto concretista, ed entrare in dialogo con la letteratura, l’architettura e il design.
L’esposizione si apre con l’analisi della ricerca astrattista sviluppatasi tra le due guerre, con particolare attenzione all’area comasca e milanese con le opere di Mario Radice e Atanasio Soldati, ma anche interventi fotografici che documentano architetture particolarmente significative.
La seconda parte della mostra si sofferma sulla nascita del MAC nel 1948 ad opera di Gillo Dorfles, Bruno Munari, Atanasio Soldati e Gianni Monnet: un momento storico di straordinaria importanza per la nascita del linguaggio pittorico astratto concreto in Italia e per le sue connessioni con il design, l’architettura e la rifondazione estetica del gusto.
La terza parte documenta gli sviluppi del MAC a seguito della sua trasformazione tra 1952 e 1953 e lo sviluppo dell’astrattismo in Italia fino al definitivo scioglimento del movimento nel 1958. In questo contesto si esplorano le relazioni con il nascente design industriale, l’arredo e la produzione oggettuale.

Il percorso si chiude con un focus dedicato alla produzione tessile. Sono presi alcuni esempi eccellenti in cui artisti italiani astrattisti hanno collaborato con industrie lombarde per la produzione di preziosi materiali tessili utilizzati soprattutto nell’ambito dell’arredo. Fra le opere esposte anche due arazzi realizzati dall’Atelier d’Arte Tessile Elio Palmisano e appartenenti alla collezione della Galleria Moshe Tabibnia: Composizione astratta di Mauro Reggiani e Focus di Luigi Veronesi.

dal 22/09/2019 al 29/12/2019
Gallarate, MAGA
< BACK